Category

Eventi

Progeva, impariamo dalla musica l’armonia delle parti

Che cosa hanno in comune un direttore d’orchestra e un manager aziendale? Molto più di quel che in apparenza potrebbe sembrare!

Determinazione, tenacia, eccellenza e soprattutto capacità di creare, tanto sul palco di un’orchestra quanto nella struttura di un’azienda, la partitura di una sinfonia vincente, frutto dell’oculata gestione delle parti che concorrono a formare l’opera musicale e il team aziendale.

A portarci a riflettere su questo è il Festival della Grande Musica, meravigliosa pillola di cultura e note, promossa dall’Associazione Artistico Musicale Carl Orff, col sostegno dell’Assessorato alla cultura del Comune di Putignano (BA) e il contributo del Club Imprese per la Cultura di Confindustria Bari-Bat, che vede come membro del Direttivo, la dott.ssa Lella Miccolis, Amministratore Unico della Progeva Srl.

L’impresa sarà Sponsor dell’evento, che quest’anno giunge alla sua XI edizione, proponendo sei meravigliosi concerti di musica classica, tenuti da musicisti italiani e stranieri di altissimo livello.

Tra i diversi straordinari artisti che omaggeranno la platea con le proprie note, incontreremo anche Robert Kowalsky, musicista di fama internazionale, che sul suono dell’anima evocato dal proprio violino, ha costruito vita e passione.

Le note musicali ci insegnano a ritrovare nel caos l’armonia e soprattutto a comprendere che la buona riuscita del nostro lavoro è sempre frutto di un concerto a più voci.

Per consultare il programma completo dell’evento, si rimanda al Sito ufficiale:

http://www.associazionecarlorff.it/eventi2017;

XXIX Edizione del Premio Marisa Bellisario, la Dott.ssa Lella Miccolis tra le donne ad alta quota

Siamo nel 1959, una mattina di fine autunno, Marisa Bellisario, una giovane donna ventiquattrenne, neolaureata in economia e commercio, varca le porte d’ingresso dell’azienda Olivetti di Torino.

Sottopelle la paura, negli occhi il coraggio, nell’anima la tenace convinzione di voler fare la differenza.

Incarichi e mansioni nelle aziende italiane del tempo si muovevano su un ponte di comando attraversato da soli uomini.

La sfida ambiziosa e folle che la Bellisario ebbe l’ardore e il coraggio di riproporre a se stessa e alle coscienze dell’opinione pubblica, interpretava quel ponte come luogo di passaggio, di transito e di successiva affermazione anche per le donne.

Oscar Wilde sosteneva che al mondo esistono due categorie di individui: coloro che si limitano a credere nell’incredibile e coloro che invece fanno l’improbabile e la Bellisario, di certo, si ascriveva tra i secondi.

Era infatti improbabile che quella donna potesse essere assunta e ancora meno probabile che con sforzo, tenacia e determinazione, dopo qualche anno sarebbe stata eletta Presidente della Olivetti Corporation of America, successivamente Amministratore Delegato della Italtev, nonché prima donna alla guida di un’azienda pubblica.

Portare l’improbabile a realizzazione e farne fulcro di una lotta politica, a questa donna va il merito di aver sollevato le coscienze comuni e di aver scardinato attraverso l’esempio e la pratica gli stereotipi sociali.

Nel 1989, ad un anno dalla scomparsa di Marisa Bellisario, Lella Golfo, giornalista pubblicista, decide di dare vita ad un premio a suo nome e di continuarne la battaglia politica riuscendo a portare in Parlamento la legge 120/2011 sulle cosiddette “quote rosa”.

L’approvazione del sovra citato disegno di legge ad oggi riserva alle donne la possibilità di entrare di diritto all’interno delle società quotate e controllate dalle pubbliche amministrazioni, imponendo a queste ultime di riservare una quota pari ad 1/3 dei propri membri al genere meno rappresentato.

Una battaglia vinta ed un premio rivolto a tutte quelle donne sui cui piedi continuano a camminare coraggio e tenacia, imprenditrici, libere professioniste schierate nella difesa dei diritti civili e sociali, tra le quali compare la dott.ssa Lella Miccolis, amministratore unico della Progeva Srl, parte integrante e testimonianza attiva del messaggio promosso dalla Fondazione Marisa Bellisario.

Dare voce a tutte le donne che attribuendo a se stesse il valore che meritano, inseguono tenacemente un sogno e così facendo lasciano un segno nella storia e nella cultura del nostro paese.

Questo è ciò che la Fondazione Marisa Bellisario si propone di fare, questo è tutto ciò che le donne hanno diritto, da sempre, di ottenere.

25 anni di storia, i numeri del successo della filiera virtuosa del Compost in Italia

Si è concluso con grande successo e rinnovato entusiasmo per le iniziative future, l’evento organizzato dal CIC, Consorzio Italiano Compostatori, per celebrare 25 anni di iniziative condivise, di sfide vinte, di traguardi raggiunti e di vetrine pionieristicamente aperte in Italia sulla pratica del compostaggio di qualità.

25 anni di attività, che misurano il loro valore attraverso il riferimento a numeri e dati di estrema importanza: 65 sono i milioni di tonnellate di rifiuti organici sottratti a discarica e 23,5 i milioni di tonnellate di compost di qualità da essi generato, la cui trasformazione ha di fatto evitato l’emissione di 44 tonnellate di CO2 equivalente.

Numeri e dati che si sostanziano dell’impegno sul territorio nazionale del CIC, delle 127 aziende ad esso associate e dei 308 stabilimenti preposti, i quali operano trasformando i rifiuti organici in risorse.

In 25 anni di attività ha preso forma il volto di un’economia circolare, capace di trasformare ciò che comunemente definiamo scarto in valore.

Valore che, attraverso la decomposizione aerobica del materiale organico realizzata in impianto, viaggia in favore della gestione sostenibile dei suoli, migliorandone la struttura, attivandone la biodiversità e salvaguardandone la fertilità con significativi vantaggi per l’agricoltura.

Valore che permette ulteriormente, questa volta attraverso il ricorso alla decomposizione anaerobica del rifiuto organico, di produrre biogas, combustibile indicato dall’U.E. tra le fonti energetiche rinnovabili, non fossili, capaci di ridurre l’inquinamento dell’aria, arginando le emissioni di gas serra e perciò stesso contribuendo positivamente alla lotta al cambiamento climatico.

Valore che si chiama Compost: secondo il Report 2017 pubblicato dal CIC, entro il 2025 la quantità del materiale organico gestito dalla filiera aumenterà del 30%, imprescindibile dovrà essere in tal senso il ricorso ad un costante investimento sul campo, attraverso la costruzione di impianti di alto profilo tecnologico e qualitativo, con particolare riferimento alle aree del centro-sud.

La Progeva Srl operando in assonanza totale con gli obiettivi e gli intenti sopracitati, ha voluto e saputo fare impresa dando vita al proprio impianto di compostaggio ubicato a Laterza (TA), attestandosi come realtà di notevole rilievo proprio nel sud Italia.

L’azienda, ha presenziato il 25° anniversario del CIC, in qualità di impresa associata, nella figura del suo Amministratore unico, la Dott. ssa Lella Miccolis, membro del Consiglio di Amministrazione dello stesso.

L’augurio al quale hanno brindato la Progeva Srl e il Consorzio Italiano Compostatori è quello di continuare a portare avanti con tenacia il percorso avviatosi 25 anni fa, affinché i comportamenti virtuosi che ad oggi si registrano all’interno della filiera ambientale, divengano strutturali, ben radicati e accompagnati da un costante percorso di riconoscimento e di crescita.

 

 

 

Una vetrina sul compostaggio di qualità, Progeva e il Consorzio Italiano Compostatori presenti all’84^ Fiera Internazionale dell’Agricoltura in Serbia

Promuovere un modello di economia circolare, discutere del giusto recupero della sostanza organica e sottolineare la pregnanza che la corretta lavorazione della stessa assume nella creazione di un modello di agricoltura sostenibile.

Queste e molte altre, le necessità che emergono dalle attività produttive e di ricerca portate avanti dalla Progeva Srl, in collaborazione con il CIC, Consorzio Italiano Compostatori, con cui l’azienda intesse un costante dialogo essendo il suo Amministratore Unico, membro del Consiglio di Amministrazione dello stesso oltre che referente dell’Area Sud.

Portare l’esperienza maturata nel settore del compostaggio all’estero, divulgare la consapevolezza che in Italia esiste una filiera d’eccellenza nel sistema rifiuti e farlo attraverso la voce, per cosi dire, di un militante del settore.

Questo, l’obiettivo che ha portato la Progeva Srl, a promuovere la realizzazione dell’intervento del Dott. Federico Valentini, rappresentante del CIC, nel Seminario relativo alle innovazioni in agricoltura, organizzato dall’ ICE, Istituto per il Commercio Estero tenutosi il 16 maggio, all’interno della 84^Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Novi Sad Serbia.

Il Dott. Valentini ha presentato una relazione intitolata “Closing the carbon cycle: sustainable fertilisers from organic waste. A success story”, dalla quale sono emersi numerosi elementi di interesse che hanno suscitato l’attenzione della platea, costituita da autorità, ricercatori ed imprenditori del mondo serbo.

L’ impegno del Consorzio Italiano Compostatori e con esso quello delle imprese come la Progeva Srl, che si adoperano responsabilmente nella gestione dei rifiuti organici, nelle operazioni di riciclaggio degli stessi e nel loro riutilizzo come ammendanti del suolo, di ormai conclamata efficacia, è stato oggetto della trattazione discussa dal Dott. Valentini.

Questo, in ottemperanza allo spirito che ha mosso la Progeva Srl, a sovvenzionare l’iniziativa: aprire una finestra d’interesse e di condivisione nel panorama Internazionale, che affacciandosi sulla filiera virtuosa del riciclo italiano possa fungere da collante per nuovi, solidali e ambiziosi progetti di crescita globale.

      

Progeva, fertilità e sviluppo sostenibile, riscopriamo l’essenza di un binomio trasversale

Al via, dal 22 maggio al 7 giugno 2017, una serie di eventi promossi dall’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile, (Asvis), che riunisce oltre 160 organizzazioni del mondo economico e sociale, con l’intento di portare avanti un dialogo comune, finalizzato al perseguimento del piano d’azione sullo Sviluppo Sostenibile, presentato e sottoscritto dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nell’agenda 2030.

Quale modo migliore per farlo se non attraverso la creazione di un Festival che approfondisce queste tematiche, creando le basi per un significativo dialogo tra Comunità Accademiche, Istituzioni, imprenditori e operatori economici presenti sul territorio?

Questo è ciò che si è profilato durante l’evento “Conversazioni sulla sostenibilità”, programmato all’interno del Festival e tenutosi il 22 maggio, presso la sede distaccata del Politecnico di Bari, in collaborazione con la Camera di Commercio di Taranto.

La Progeva Srl è stata chiamata ad essere parte attiva dell’evento.

L’Amministratore Unico dell’azienda, in veste di relatore del convegno, ha posto in campo la propria esperienza imprenditoriale e umana, sottolineando come ogni progetto sviluppato dalla Progeva nel corso degli anni si sia strutturato attraverso la concatenazione di tre requisiti fondamentali: passione, dedizione, interazione costante con il territorio e le sue necessità.

Cosa siamo in grado di fare per declinare degnamente i termini di equità e sostenibilità? Innanzitutto tornare ad abitare responsabilmente la nostra terra.

In quest’ottica, l’attività di compostaggio portata avanti dalla Progeva, ossia il processo di trasformazione e stabilizzazione controllata dei rifiuti organici selezionati alla fonte, racchiude per l’azienda l’essenza di una parola trasversale: fertilità.

Fertili divengono i suoli sui quali il compost prodotto dall’azienda viene distribuito;

Fertili divengono i substrati usati nel campo dell’agricoltura convenzionale integrata e biologica entro cui il compost viene utilizzato;

Fertile torna ad essere la terra quando si riscopre un senso di coappartenenza alla stessa, ma soprattutto fertili divengono le interazioni tra Istituzioni, imprenditoria e società quando le logiche d’azione autoreferenziali cedono il posto ad un piano di sviluppo globale.

Perseguendo i sovra citati obiettivi, l’azienda Progeva accoglie positivamente l’invito a formare e a formarsi costantemente.

Terricultura, Progeva partner di Colloqui di Martina Franca 2017

Pensare globalmente e agire localmente, questo l’invito lanciato dal Consorzio Costellazione Apulia, attraverso l’evento “I Colloqui di Martina Franca”, che tornano a svolgersi anche quest’anno, il 2 e il 3 di giugno, nella splendida cornice della valle d’Itria.

Padroneggiare le trasformazioni poste in essere dalle interdipendenze economiche, culturali e politiche del nostro tempo, riflettendo assieme sulla terra che ci ospita, ritornando ai gusti, ai profumi e alle innumerevoli meraviglie ambientali e culturali che la contraddistinguono.

Questo e molto altro è ciò che avrà luogo nell’edizione 2017 dei Colloqui di Martina Franca che inviteranno illustri ospiti nazionali ed internazionali a mettere in campo le proprie riflessioni e competenze, discutendo dell’intrinseco rapporto tra ecologia e bellezza, dell’impresa che verrà e
del solido legame tra territorio e cultura.

Ed è proprio ripartendo dalla volontà di creare terreno fertile per quest’ultima che la Progeva Srl parteciperà all’iniziativa in qualità di Sponsor Ufficiale, sostenendo le iscrizioni con formula “Robin Hood”, riservata a studenti delle scuole medie superiori e delle università. Tale iniziativa consentirà a questi ultimi di partecipare gratuitamente all’evento, ponendo i propri quesiti ai relatori.

Uno degli scopi fondamentali dell’iniziativa è infatti quello di riuscire ad instillare nelle giovani generazioni la consapevolezza che i profili identitari dei quali le riveste la globalizzazione, non devono e non possono disancorarle dalla volontà di valorizzare la propria cultura e la proprie radici per diventare uomini capaci di rispettarla, difenderla e farla progredire.

L’azienda Progeva esorta tutti coloro i quali hanno a cuore la propria terra a partecipare all’iniziativa, concedendosi la possibilità di prender parte alla costruzione di una nuova sensibilità sociale, culturale e ambientale.

Per consultare il programma completo dell’ evento e le modalità di iscrizione allo stesso, si rimanda al Sito ufficiale:

https://www.colloquidimartinafranca.it/programma;

https://www.colloquidimartinafranca.it/iscrizione-ai-colloqui;

Progeva nella rete delle imprese che promuovono il benessere equo e sostenibile

Venerdì 12 maggio, presso la Sala Monfredi della Cittadella delle imprese di Taranto, il Politecnico di Bari, il Centro di cultura per lo sviluppo “G. Lazzati” e la Camera di commercio di Taranto hanno presentato il Focus “Il benessere equo e sostenibile, misura delle politiche pubbliche e obiettivo delle imprese.”

L’ incontro, svoltosi nell’ambito del Corso di Alta Formazione “Progettazione e gestione di città e territori sostenibili”, ha posto in luce la necessità di un mutamento radicale nell’approccio dell’impresa alla creazione di valore.

L’obiettivo? Dare vita a un sistema economico virtuoso, all’interno del quale insediare un’idea di benessere che possa ben conciliarsi con i due fondamentali attributi di equità e sostenibilità.

E’ necessario superare le contraddizioni di un modello di crescita entro cui, come affermato dal Senatore Giorgio Tonini, Presidente della V Commissione Permanente (Bilancio) del Senato, i tre termini fondamentali di benessere, consumo e produttività, si vedono sovente ridotti allo sviluppo unidimensionale della crescita del profitto.

La Progeva Srl, ha presenziato all’evento nella figura del suo Amministratore e membro di giunta di Confindustria Taranto, cogliendo in esso la possibilità di contribuire, attraverso la propria mission aziendale, alla ridefinizione del giusto rapporto tra la quantità del prodotto erogato dalle imprese e la qualità dello stesso, allargando quest’ultima definizione a parametri che vanno oltre l’esclusiva certificazione della filiera produttiva.

L’ azienda muove infatti dalla consapevolezza secondo cui, il compito di una buona impresa, non si esaurisce nel presentare sul mercato esclusivamente un buon prodotto, ma richiede che quest’ultimo sia in grado di inserirsi in una rete ben più vasta, che guarda allo sviluppo sostenibile come ambizione e meta del saper fare impresa e non solo.

In pieno accordo con quanto evidenziato dagli illustri relatori che hanno presenziato l’evento, tra i quali ricordiamo il già citato Senatore Giorgio Tonini e il Senatore Mauro Del Barba, l’obiettivo comune verso il quale adoperarsi, è quello di introdurre nel Bilancio dello Stato, gli indicatori di benessere equo e solidale: giustizia sociale, distribuzione del reddito, qualità della vita e salute dell’ambiente, tenendo conto del fatto che, come affermava Robert Kennedy nel 1968, agitando gli animi e le coscienze comuni, “Il Pil misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta.”

 

Progeva: l’infanzia è il suolo su cui seminare la bellezza

La cultura è un bene primario e il teatro, oggi più di ieri, ne è potente veicolo poiché ripropone la bellezza dell’emozione condivisa e vissuta senza ingabbiarla nella virtualità delle immagini del piccolo schermo.

La Progeva Srl sostiene l’urgenza di rieducare le nuove generazioni all’immediatezza, alla creatività, alla sensibilità verso il bello e per questo aderisce all’iniziativa “Invita una classe a teatro”, inserita all’interno della 20^ edizione del Festival “ Maggio all’Infanzia” promosso dalla Fondazione SAT, che avrà luogo a Bari, dal 18 al 21 maggio 2017.

Grazie al sostegno della Progeva, due classi delle scuole della Regione Puglia avranno l’opportunità di assistere gratuitamente ad uno degli spettacoli in programma durante il Festival, affinché sviluppino attraverso l’esperienza del teatro e dell’arte in ogni sua forma, la capacità di divenire adulti in grado di muoversi consapevolmente una volta apertosi il sipario della maturità.

Diverse sono le occasioni entro le quali l’Azienda supporta e promuove interventi di sensibilizzazione in favore dei più piccoli, facendo leva sulla volontà di trasmettere loro oltre che l’apertura verso il bello, anche la capacità di percepirsi come parte di un sistema natura del quale aver cura.
A tal fine, la Progeva apre le porte del proprio impianto di compostaggio, realizzato per contribuire in modo sostenibile al corretto utilizzo delle risorse agricole e alimentari, organizzando visite guidate per gli Istituti scolastici all’interno della struttura aziendale, alle quali bambini e ragazzi rispondono mostrando meraviglia, cura e attenzione.

L’ Azienda muove infatti dalla convinzione che la più alta forma d’ arte cui si possa ambire maturi dalla capacità di formare le nuove generazioni a saper abitare la terra con rispetto e consapevolezza.


Il progetto di raccolta fondi “Operazione Robin Hood”, entro il quale si è svolta la 20^ edizione del Festival Maggio all’infanzia, un inno alla cultura, all’arte e alla vita portata in scena attraverso l’acume, la sensibilità e la passione degli attori dei Teatri di Bari, si attesta vincitrice del VII Premio Cultura di Gestione – Sezione Impatto Sociale promosso da Federculture, Agis, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali e Forum del Terzo Settore.

Un riconoscimento al valore delle iniziative che sono in grado, compiutamente, di valorizzare la cultura come risorsa, instillando creatività, sensibilità e bellezza nei giudici più severi e negli spettatori più attenti: i bambini.

La Progeva Srl è fiera di essere parte della rete delle Imprese che supportano il valore delle iniziative artistiche rivolte a garantire il diritto di ogni bambino ad essere attore protagonista di un mondo che ha cura di accrescere in lui l’amore per il bello e la creatività.

Di seguito il video dell’iniziativa:

http://invita una classe a teatro 2017

Seminari tecnici e laboratori di compostaggio: il programma Nella Pancia o Nella Terra

Aforis con il sostegno della Fondazione per il Sud organizza seminari tecnici e laboratori di compostaggio nell’ambito del progetto Nella pancia o Nella Terra di cui Progeva è partner.

SEMINARI TECNICI
NUOVO CODICE APPALTI E ACQUISTI VERDI
CRITERI AMBIENTALI PER RIFIUTI E COMPOST CERTIFICATO

Lunedì 08/05
ore 15-20
C.R.E.D.E.A (Centro Risorse Educative e Dimostrative per l’Energia e l’Ambiente) – C/O “Incubatore di impresa di candela” Località Serra Giardino SP99

Mercoledì 10/05
ore 15-20
SEDE OPERATIVA AFORIS- Via Fraccacreta 68 (FG)

LABORATORI DI COMPOSTAGGIO
TEORIA, PRATICA E BEST PRACTICE
PER FAMIGLIE, BAMBINI, ASSOCIAZIONI, PROFESSIONISTI

Sabato 13/05
ore 15-20

Domenica 14/05
ore 09-14

Sabato 20/05
ore 15-20

Domenica 21/05
ore 09-14

C.R.E.D.E.A (Centro Risorse Educative e Dimostrative per l’Energia e l’Ambiente) – C/O “Incubatore di impresa di Candela” Località Serra Giardino SP99

I TEMI
– Riduzione degli scarti alimentari
– Compostaggio di prossimità e di comunità
– La raccolta differenziata dell’umido su scale diversificate
– Leggi e autorizzazioni
– Compost e droni per la difesa del suolo

SERVIZI
– Degustazioni a prezzi convenzionati presso “Orecchietta Ristorante” dove vengono recuperati gli scarti alimentari per la compostiera dimostrativa
– Passeggiate ecologiche nel borgo di Candela
– Servizio navetta gratuito Foggia-Candela

Ai visitatori saranno distribuiti gadget in tema

SCARICA QUI IL MODULO DI PRENOTAZIONE

Per info e Prenotazioni:
Gianluca Severo
Tel. 0881/665635, cell. 320/3180771
gianluca.severo@aforis.it
www.aforis.it

Progeva tra passato presente e futuro… in alto i calici per brindare ai 10 anni di attività dell’azienda


Dieci anni di impresa sono stati festeggiati sabato scorso a Progeva, tra le più importanti aziende del territorio laertino. L’impresa, un impianto per il trattamento della frazione organica della raccolta differenziata è la dimostrazione, a dirla come Marino Mongelli, uno dei fondatori dell’azienda: “Che fare la differenziata ha senso. Progeva si prepara a ottimizzare il proprio impatto sul territorio, migliorando anche il sistema produttivo, confermandosi testimonianza concreta dell’economia circolare. Le nostre emissioni sono controllate grazie a una costante collaborazione con ARPA e siamo l’unico impianto di compostaggio che ha una certificazione sulla carbon footprint, contribuendo in tal modo alla lotta contro il cambiamento climatico”. Progeva arriverà ad accogliere, a breve, circa settantamila tonnellate all’anno di rifiuti organici, a fronte di duecentomila tonnellate che è la media di tutta la regione. Un impianto che è il fiore all’occhiello dell’economia ambientale regionale.

“Siamo radicati al territorio ma abbiamo una visione globale”, dichiara Lella Miccolis, amministratrice dell’azienda. “Da quando siamo nati ad oggi, in questi dieci anni di lavoro dell’impianto, abbiamo imparato a farci strada, non perdendo di vista i nostri valori. Il nostro impianto è stato visitato da scolaresche di ogni ordine e grado, da tutto il mondo e continuiamo a investire gli utili in processi di miglioramento. In Progeva non c’è un giorno in cui non pensiamo nel futuro. Anzi, viviamo al futuro. Nella nostra azienda cerchiamo di fare programmi a medio e a lungo termine, cerchiamo di guardare lontano, mettendo insieme il nostro radicamento al territorio con uno sguardo rivolto al mondo intero”.
L’azienda è ormai considerata una parte importante del tessuto produttivo di Laterza, ma anche della provincia jonica occidentale, con un impatto positivo anche dal punto di vista occupazionale. Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Laterza, Gianfranco Lopane: “Questo traguardo importante arriva in un momento in cui si discute del futuro delle politiche sui rifiuti in Puglia. Penso che i legislatori regionali dovrebbero venire a visitare un impianto del genere per conoscere meglio come si gestiscono i rifiuti”.